Un Blog Dedicato a Daniele Santucci di AIPA

set 05, 2012 No Comments by

Daniele Santucci vi invita a visitare il suo nuovissimo blog ufficiale, dedicato all’azienda, fondata da suo padre Francesco, e di cui è attualmente titolare: AIPA.

Aipa – La Storia

E’ a Francesco Santucci che AIPA deve i natali. La società di riscossione delle imposte sulla pubblicità e dei diritti sulle pubbliche affissioni, a concessione comunale, nasce infatti nel 1926 dopo che il suo fondatore matura un po’ di esperienza nel settore lavorando presso IGAP.

Con gli anni l’azienda, che ai suoi inizi era costituita di cinque persone e un ufficio di due sole stanze, cresce significativamente di dimensioni e di rilevanza. Daniele Santucci, figlio del fondatore, col tempo matura un’ampia esperienza nei vari rami dell’azienda fino a quando, nel 1978, a dieci anni dalla morte del padre, ne assume il comando.

All’interno del blog potete trovare un post che presenta Francesco Santucci e ne racconta brevemente la storia. Una pagina, invece, è interamente dedicata a Daniele Santucci.

Daniele Santucci Aipa

Da quando, nel 1978, Daniele Santucci ha preso il comando di AIPA Agenzia Italiana per le Pubbliche Amministrazioni Spa, la società ha registrato una rilevante crescita in termini di vitalità e di posizionamento sul mercato, tanto da posizionarsi tra i leader di mercato.

In pochi anni, infatti, il giovane imprenditore opera una diversificazione interne per offrire maggiore stabilità e costituisce e acquisisce alcune altre società, tra le quali anche AGIAP Srl, un’agenzia di affissione e pubblicità fondata proprio da suo padre e ceduta a terzi dopo pochi anni. Daniele Santucci ha portato così il gruppo AIPA a distinguersi nel suo settore, operando con una struttura ricca, articolata e variegata.

Visitate il blog di Daniele Santucci di AIPA e scoprite maggiori dettagli sull’azienda.

  • Nessun commento to “Un Blog Dedicato a Daniele Santucci di AIPA”

    Lascia un commento

     

    creative commons attribution CC BY SAContenuto distribuito sotto licenza Crative Commons di tipo Attribution-ShareAlike (CC BY-SA). Il contenuto può essere riprodotto, tutto o in parte, anche per fini commerciali purché venga citata la fonte e a patto che ogni nuovo lavoro basato sul presente sia licenziato sotto la stessa condizione.